Per Kevin e Aimee e il loro bimbo appena nato



La settimana enigmistica, le stagioni, il dentifricio, l'alito cattivo, i gioielli, le scatole per le scarpe, le parrucche, i punti neri, i cattivi pensieri, le sorelle, il mare, gli amici e i nemici, le elementari medie e superiori, le fermate dei treni, quelle dei tram, i materassi, le classe sociali, le cuffie per ascoltare la musica, i falo', i soldatini, i libri, il vino rosso, i ricordi, le tovaglie coi loro bei tovaglioli, il telefono, le melanzane, i vestiti firmati, i film, le carnagioni, la sabbietta per i gatti, i viaggi, i quadri, le etichette, la morte, la punteggiatura, le zanzare, il bisogno di far pipi' e di fare l'amore, la televisione, gli odori, i cani randagi, la psicoterapia, la Norvegia, i campi di mais, l'architettura, le stampanti, i tappeti, i compleanni, le cucine di tutto il mondo, gli ombrelli, i divani scomodi, i nonni, le ascensori, i silos, babbo natale e gesu' bambino, le guerre, i rimorsi, le serate in compagnia, i bambini che non vogliono andare a letto, le bollette, i sandali, e le stoffe a pois. Il caffè americano e gli esami del sangue. Gli inviti. Gli spifferi.

Il sonno, gli esami all'universita', l'aspirapolvere, i croissant, l'internet, i peli sulle gambe delle donne, quelli sulle gambe degli uomini,i  tasti, l'autonomia, le necessita', le fognature, i professori delle superiori, gli asciugamani, le tappezzerie, i momenti indimenticabili, gli incidenti mortali, le flotte, le lingue straniere, il burro fatto in casa, il parquet, le tendine canadesi, il medio oriente, il jazz, i silenzi in macchina, i capelli grassi, le banche, i disonesti, la campagna inglese, i religiosi, le donne incinte, la manicure, le litigate sulla politica o sul calcio, le partite di bocce, i girasoli, i nei, le calze a maglia, l'inquietudine, il volume troppo alto, i vicini, i tavoli da sei, i tappi delle bottiglie, le cantine, il bricolage, il prosciutto crudo san daniele, le cotte prese di nascosto, i telegiornali, i frigoriferi, le medicine, gli antiquari, lo spelling. Le figure geometriche. La diarrea. L'incognito. Le persone poco sensibili. I bei voti. Le isole. La storia e la geografia. Le trapunte. Il Sudoku. Le perline.

Insomma, c'e' un po' di tutto. Anche le canzoni di montagna intonate su un pullman. Durante la gita scolastica. Che scopri che il tuo professore fuma e che tu piaccia al tuo compagno di banco. Anche le file che si fanno in comune per rinnovare i documenti. E i guanti, che ce ne sono di tanti tipi: quelli di lana, quelli della boxe, quelli bianchi dei maggiordomi, quelli di gomma per pulire il cesso, quelli da sci. Quelli lunghi che arrivano al gomito.

Un casino di roba da scoprire. Tu, che sei nato l'altro ieri e che devi ancora imparare.
E questa e' solo una lista parziale. Pensa te...



Nessun commento:

Posta un commento