Turkey Day


Ironicamente, la festa del Ringraziamento nasce da un improbabile incontro tra gli Europei conquistatori e i nativi Americani. Pare che con l’arrivo dell’inverno, l’uomo bianco fosse affamato e che solo con l’aiuto dei nativi fosse riuscito a sopravvivere. Infatti, sempre secondo la leggenda, i nativi aiutarono i coloni a coltivare in modo efficiente e a allevare, tra altri animali, i tacchini. Per ringraziare delle dritte, l’anno dopo vennero invitati a cena. The rest is history, dicono qui senza amarezze.
L’ironia non la devo stare a spiegare, che poi sappiamo tutti come sia andato a finire. Quindi, mentre nel resto del mondo si lavorava, qui si faceva strage di tacchini, li si riempiva di pane e verdure e li si metteva in forno per ore e ore. E si pensava alle cose di cui si dovrebbe essere grati.

Ecco la mia lista da emigrante:
La focaccia ligure
Skype con la sua bella telecamera
La musica di Tom Waits, M Ward, e di Vinicio Capossela e di Folco Orselli e di quella gente lì
Il sorellame che mi fa sentire a casa anche se sono dall’altra parte della Terra
Il buon vino (e a volte, anche quello meno buono, a tarda sera)
Richard, e i suoi racconti assurdi e splendidi
I film, e guardarli con Dan che poi ne parliamo e scopriamo robe interessanti
Il femminismo
La fine del periodo buio berlusconiano (indipendentemente da quello che c’è dopo: almeno lui no)
Il cioccolato con dentro le nocciole
Un buon libro
Enzo Jannacci (per la sua genialità)
Down By Law, Mediterraneo, Non ci resta che piangere, Ricomincio da Tre, ma soprattutto Annie Hall
I viaggi in macchina da sola con la musica a manetta e io che canto a squarciagola
L’autunno di Becket
L’autismo di Luca, la dolcezza del suo sorriso e la bava dei suoi baci (ecco, magari quella un po’ meno)
Il Giorgio Terruzzi
Charles Bukowski e chi lo capisce e lo ama
La Settimana Enigmistica
Il salame di Stadera
I dubbi
Quella roba che mi viene dentro quando aspetto mia madre all’aeroporto
I baci sul collo di Dan
La vigilia di Natale
L’ironia di mio padre
L’odore del mare
L’ultima sigaretta della giornata
La dolcezza di Sofia e la sfacciatggine di Emma
Farsi odiare da qualcuno
I pettegolezzi
Il caffé
Una serata in compagnia
La solitudine e il suo silenzio
Le caldarroste
Quelli che sono morti per un ideale
La fisarmonica e la sua semplice complessità
La malinconia
I fichi appena raccolti





1 commento:

  1. ...e la pancetta, la coppa, i tortelli, i pisarei...?

    RispondiElimina