vent1







Ventun anni sono effettivamente tanti da passare insieme, senza dubbio. Due cose mi colpiscono e celebro in questo anniversario di matrimonio: la prima è il fatto che io e Dan abbiamo ancora delle robe da dirci, su cui riflettere, litigare, sorridere, immaginare. Pazzesco, se ci si pensa.
La seconda cosa, altrettanto importante è il numero: 21. 
Ecco perché:

-       - Ventunesima è la coppia di cromosomi che ha causato la sindrome di Down al nostro figlio maggiore. Coppia e ventuno in questo caso sono le parole chiave di questo pensiero grande, e l’intruso, il terzo cromosomo nella coppia, potrebbe invece rappresentare Luca, nella sua infinita dolcezza.

-       - Ventuno è l’età che bisogna avere negli Stati Uniti per comprare e bere legalmente alcoolici. In questa, di frase, le parole chiave sono invece Stati Uniti e alcoolici. La prima è che sono diventati la mia seconda casa e mi hanno insegnato, proprio come Luca, un modo diverso di essere al mondo, arricchendomi sotto tutti i punti di vista. Per la seconda, gli alcoolici, non credo di dovere molte spiegazioni, solo un grazie.

-       - Ventunesimo è il numero dell’emendamento, nella Costituzione americana, del proibizionismo, il ché spiega alcune cose che non sapevo sull’età minima e sul mio grazie di cui parlavo due secondi fa.

-       - Ventuno è un multiplo di tre. Questo fatto ha tante sfaccettature, la prima è che mi ricorda il mio più grande amico Richard, ossessionato dai numeri multipli di tre al punto tale che preferisce non sedersi ad un tavolo che non abbia tale numero, però, anzi forse anche per questo, gli voglio bene. La seconda, altrettanto importante, è che tre è il numero complessivo di figli che io e Dan in questi anni ventuno abbiamo sfornato, sopportato, amato, sottovalutato e tutto il resto che viene con i figli. L’ultima è che tre è il numero perfetto, e infatti, se si riprende la cosa precedente, fu proprio dopo il terzo figlio che Dan fece, sorridendo, la vasectomia.

-       - Ventuno fa parte della successione di Fibonacci, che non capisco bene ma so che forma una spirale a forma di conchiglia, cosa che mi fa ricordare di mettermi la crema protezione 40 ogni volta che vado in spiaggia o mi brucio e rovino le vacanze a Dan.

-       - Ventuno è il numero di questo secolo, tutto nuovo e pieno di speranze per l’umanità e per i prossimi campionati del mondo di calcio (#forzaazzurri).

-       - Ventuno è il numero di atomi dello scandio che, mi spiega Wikipedia, è un elemento chimico molto raro scoperto in Scandinavia, dove spero Dan non vada mai che poi si innamora delle stangone bionde e mi molla con i tre figli di cui sopra.

Inizio quindi le celebrazioni di questi anni e di questi fatti ringraziando per ben ventun volte quel sant’uomo, come lo chiama giustamente il Giorgio.



1 commento:

  1. Tocco leggero e ironico, per affrontare grandi temi. Complimenti!
    Gianna

    RispondiElimina